Google Shopping & Google My Business : il grande riavvicinamento?

I 2 annunci di Google che cambiano tutto

In seguito alla crisi sanitaria legata all’epidemia di Covid-19, le ricerche Google che includono le parole «prelievo» ed «in stock» sono aumentate dell’oltre 70% negli ultimi mesi. Dopo aver lanciato molte funzionalità come nuovi attributi su Google My Business, Google ha recentemente annunciato un cambiamento che rivoluzionerà il piccolo mondo del SEO locale secondo Partoo.

In un comunicato del 17 giugno 2020, Google ha annunciato un forte riavvicinamento tra Google Shopping e Google My Business. La scheda Shopping mostrerà d’ora in poi informazioni locali utili agli utenti, tra cui la disponibilità dei prodotti, i punti vendita che li vendono ed i servizi associati come la consegna ed il ritiro in negozio o il drive. Queste informazioni verranno visualizzate in tutti i paesi in cui è disponibile la scheda Google Shopping, vale a dire la stragrande maggioranza dei paesi del mondo, tra cui la Francia e gli Stati Uniti. Si parla del programma «Piattaforme Google locali» o ancora «Local Surfaces» in inglese.

Questa notizia completa un annuncio fatto il 21 aprile 2020 da Google, sul fatto che Google Shopping sia gratuito unicamente negli Stati Uniti (e quindi il Local Inventory Ads – LIA). Di fronte al Covid, Google aveva «anticipato i suoi piani per permettere agli sponsors americani di vendere gratuitamente i loro prodotti tramite Google Shopping». Negli Stati Uniti, i risultati della ricerca sulla scheda Google Shopping sono quindi principalmente costituiti da annunci gratuiti, anche se gli annunci a pagamento rimangono naturalmente disponibili. Rimane ancora aperta la questione di rendere Google Shopping gratuito o meno anche nel resto del mondo.

In sintesi, che impatto per i Retailer?

Come Top Partner Google My Business, da Partoo gestiamo oltre 100.000 schede per oltre 300 brand come Carrefour, Leroy Merlin o Toyota. Questa notizia di Google impatta quindi direttamente i nostri clienti ed è un nostro compito mantenerli informarti in modo che possano attivare questa funzione su Google Shopping (in Local Inventory Ads a pagamento in Francia).

Come potete vederlo qui di seguito per il nostro cliente Castorama, Google Shopping ha da tempo integrato una dimensione locale tramite il Local Inventory Ads. Su Google Shopping si usa il termine punto vendita: qui si tratta del negozio Castorama situato al 3 rue Caulaincourt a Parigi.

Oltre alla gratuità dei LIA (Local Inventory Ads) negli Stati Uniti, i recenti annunci di Google hanno avuto un impatto sull’intero web. Da oggi in poi, i Retailers francesi avranno così la possibilità di promuovere i loro prodotti – tramite Google Shopping a pagamento – e potranno indicare agli utenti le insegne che vendono i loro prodotti nelle vicinanze.

Il programma «Piattaforme Google locali» («Local Surfaces») induce quindi una diffusione dei prodotti dei punti vendita fisici sia nelle ricerche classiche, su Google Images, su Google Shopping, su Google Maps e anche su Google Lens (a seconda del paese).

Come posso partecipare a questo nuovo programma Piattaforme Google locali?

Per partecipare a questo programma è necessario seguire queste indicazioni :

  • Avere un account Google My Business aggiornato e centralizzato.
  • Avere un account Google Shopping e attivare il Local Inventory Ads tramite il Merchant Center seguendo la procedura di Google descritta qui.
  • Attivare il programma Piattaforme locali di Google selezionandolo in Merchant Center (vedi punto successivo).

Per attivare il programma Piattaforme locali di Google e configurare l’inventario in negozio, ecco le tappe da seguire:

Tappa 1 :

  1. Iscriviti al programma Piattaforme locali di Google selezionandolo quando ti iscrivi al Merchant Center, o su “Crescere” nel menu delle pagine a sinistra
  2. Poi clicca su “Gestisci programmi”
  3. Selezionare “Piattaforme Google locali” nell’elenco dei programmi disponibili.

Tappa 2 :

  1. Aggiungi le informazioni sulla tua azienda.
  2. Collega il tuo account Google My Business e seleziona i gruppi di aree geografiche.
  3. Importa il tuo logo.
  4. Crea, registra e invia flussi.

5.Chiedere il controllo dell’inventario.

Se hai qualsiasi domanda su questi temi o se hai necessità di assistenza, non esitare a contattare il nostro team. Un modulo è accessibile qui di seguito.

Prossimi articoli