Lo stato attuale del SEO Locale nel 2020 realizzato da Moz - Partoo

Come ogni anno, Moz, società americana di software e di analisi marketing, ci comunica la sua analisi delle nuove tendenze in termini di SEO Locale. Questo sondaggio, condotto con circa 1500 responsabili marketing e specialisti SEO, permette di determinare quali sono le migliori strategie da attuare quest’anno per smarcarsi dai vostri competitors. Ecco il nostro riassunto:

1. Lo stato attuale del SEO Locale

La vicinanza è un criterio chiave risultando essere in terza posizione nella classifica di ricerca per dei fattori di SEO Locale

L’analisi di quest’anno ci ha riservato una grande sorpresa. Rompendo con la tradizione, gli intervistati hanno collocato la vicinanza tra gli utenti e le insegne in terza posizione nei fattori di SEO Locale, sotto le funzionalità di Google My Business e le recensioni di Google.

La vicinanza è da tempo considerata come essendo il fattore più importante a livello locale dagli esperti SEO. Il fatto che la sua importanza sia stata minimizzata, anche dai professionisti SEO, potrebbe avviare un cambiamento per Google. Questo potrebbe anche indicare una maggiore attenzione su elementi come le funzionalità e le recensioni su Google My Business, che, a differenza della vicinanza, possono essere controllati.

Usate al massimo le funzionalità di Google

I risultati sono chiari: c’è una credenza diffusa per la quale Google My Business influenzerebbe direttamente la classifica del local pack. È proprio qui che dovete afferrare la vostra chance.

Google My Business offre un insieme di funzionalità in continua evoluzione che richiedono tempo e padronanza – ciò che manca a molte aziende. Concentrate la vostra attenzione sulla gestione di Google My Business, come le categorie, le recensioni, le descrizioni, le rubriche, i post, le Q&A e le foto per influenzare la posizione delle vostre schede.

Se non avete una strategia di e-reputation, dovreste!

Il 90% degli intervistati ha dichiarato che tutte le caratteristiche delle recensioni (quali la quantità, la diversità, la frequenza, i voti e le risposte) hanno un impatto sulla classifica delle schede.

Elaborare una strategia interna ed un servizio clienti che comprendono una formazione alle recensioni, la raccolta di recensioni, un tasso di risposta rapida, la risposta alle recensioni negative e l’analisi delle KPI. Nessuna insegna può permettersi di ignorare le proprie recensioni, e molti avranno bisogno di aiuto per creare una solida gestione.

Google è la vostra nuova home page

Divulgata dall’esperto di SEO locale, Mike Blumenthal, l’idea di avere Google come “nuova home page” sta crescendo, il 78% degli intervistati concorda sul fatto che il SERP serve come sportello unico per gli utenti locali. L’aumento delle caratteristiche della SERP significa che le classifiche tradizionali si muovono verso il basso della pagina. I risultati locali soddisfano gli utenti con zero click. Google analizza e valorizza sempre più il percorso del cliente stesso.

Quando una terza parte controlla una parte così importante dell’esperienza dell’utente, trovate il modo di addossarvi- e di difendervi. Massimizzate la vostra presenza su Google My Business e ottimizzate il vostro sito organico. In un mondo in cui Google può cambiare tutto premendo un pulsante, una forte presenza organica è la grazia che vi salva.

I risultati organici ed il local pack sono fortemente correlati

Quest’anno, il 35% di esperti marketing in più ha affermato che un alto punteggio nei risultati di ricerca organica aumenta la probabilità che un’azienda si classifichi nel gruppo delle imprese locali.

Anche se Google diventa la nuova home page, non potete contare soltanto su siti di terze parti per il posizionamento ed il traffico. I siti web sono e rimarranno importanti. Per collocarsi sia nei local pack che nella ricerca organica, le imprese devono disporre di risorse per il SEO, quali la creazione di contenuti locali, il link building e le migliori pratiche in termini di pagine web, al fine di assicurarsi che i loro siti siano ottimizzati bene per le parole chiave utili e le richieste degli utenti.

Risultati organici, ma tenete d’occhio Google Maps

È chiaro che gli intervistati considerano i risultati organici come essendo la priorità principale. Questa situazione è costante qualsiasi sia il tipo d’impresa, la sua dimensione ed il settore di attività.

Ma sorvegliate attentamente il boom di Google Maps. è uno strumento di riferimento per la nagivazione web degli utenti nella loro impresa in quanto l’opzione mappa predefinita per gli utenti Android e come prima scelta per gli altri dispositivi. Dato che l’industria della ricerca locale si concentra prevalentemente sul local pack, le specificità di Maps devono ancora essere esplorate e potrebbero rappresentare un’opportunità significativa per i marketer esperti.

2.Che strategia di SEO locale?

La creazione di links è una strategia potente (e popolare)

Quest’anno, un numero maggiore di intervistati ha dichiarato di avere una strategia di link building locale, ma solo il 29% di loro la considera una potente tattica di ottimizzazione dei motori di ricerca locali. Ignorare il lavoro di creazione di collegamenti equivale a cedere un territorio inestimabile sulla SERP ai vostri competitors.

Alcune tattiche inquietanti sono state menzionate nella categoria “Altri” (come l ‘acquisto di link locali, che potrebbe comportare una penalità dalla parte di Google), ma fortunatamente, la stragrande maggioranza degli specialisti di marketing locale investono nello sviluppo di contenuto per guadagnare links naturalmente.

Le caratteristiche della SERP vanno prese sul serio

Quest’anno gli snippet sono stati all’onore, come testimonia l’inchiesta: hanno superato il local pack in testa alla SERP. C’è una buona notizia per il SEO moderno, solo il 9% degli intervistati ha dichiarato di non avere alcuna strategia per quanto riguarda i risultati del SERP.

L ‘aumento del numero e dei tipi di snippet Google significa che è il momento di sfruttare le opzioni di coinvolgimento sulle interfacce di terze parti come Google. Non fidatevi solo dei siti web per le conversioni.

3.Le tecniche di referenziamento locale nel 2020

I responsabili marketing delle imprese vogliono maggiori risorse per la gestione delle recensioni

È una verità che risuona anche tra gli specialisti del marketing delle più grandi imprese: recensioni = reputazione. Gestire le complessità del sentiment online richiede gli strumenti giusti, le tecniche giuste ed il tempo.

Una pessima gestione delle recensioni dei clienti è un incubo per il servizio clienti. Quando vengono trascurate ed ignorate, i brand si confrontano al churn ed a una perdita di fidelizzazione dei loro clienti. Investite nella gestione delle recensioni ora e raccogliete i frutti di una reputazione sana più tardi.

La creazione di links è molto richiesta da tre settori

I professionisti del settore automobilistico, del settore immobiliare e della giurisprudenza sono coloro che richiedono il maggior numero di risorse dedicate alla creazione di links.

Questi sono alcuni dei settori verticali locali più competitivi. Hanno quindi capito che il fatto di inserire nuovi links avrà un impatto positivo nella classifica laddove nessun altro metodo permetterà di farlo.

4.Il referenziamento locale nelle organizzazioni

La maggior parte delle grandi imprese multi-sede utilizzano il SEO

La stragrande maggioranza delle grandi aziende multi-sede (più di 100 siti) hanno almeno un dipendente a tempo pieno dedicato al SEO ed il 36% di queste aziende hanno sei o più di sei dipendenti a tempo pieno dedicati al SEO.

Se la maggior parte di queste imprese intende il valore dell’ottimizzazione dei motori di ricerca e vi dedica risorse di conseguenza, quasi il 10% di esse rimane in ritardo.

Se i vostri competitors stanno reclutando esperti di SEO e non avete ancora assunto nessuno, forse è il momento di riflettere sulle lacune che lasciate aperte ai competitors.

Gli specialisti del marketing aziendale citano l’ottimizzazione dei motori di ricerca e la tecnologia come priorità

Gli specialisti del marketing dei marchi leader hanno anche la possibilità di vedere le tendenze con maggiore chiarezza. Il loro punto di vista può indicare la direzione che sta prendendo un settore in generale.

L ‘accento posto sulla scala dei programmi di SEO, il miglioramento del SEO organico e lo sviluppo delle competenze di codificazione (Schema.org, Javascript, sviluppo di applicazioni, ecc.) indica che il settore è determinato a guidare i clienti in modo ponderato in ogni fase del loro percorso. Che si tratti di facilitare la scoperta attraverso un buon referenziamento o di garantire transazioni senza attrito grazie a buone interfacce, l’obiettivo è un’esperienza cliente visibile, e valorizzante.

Se volete saperne di più sulla creazione e l ‘ottimizzazione delle schede Google My Business, non esitate a guardare il nostro webinar su questo argomento.

Prossimi articoli