Testimonianza - Bio c' Bon Spagna Contenuto Premium Partoo

Scopri come i supermercati spagnoli di Bio c’ Bon si sono affidati all’ottimizzazione della strategia digitale e del SEO locale per gestire le informazioni delle proprie schede Google e rispondere a tutte le recensioni online, al fine di offrire al cliente la stessa esperienza completa e personalizzata su Internet.

Intervista a Cristina Barros – Responsabile Marketing e Comunicazione di Bio c’ Bon Spagna

1/ Ci potresti presentare Bio c’ Bon? 

“Bio c’ Bon è una catena di supermercati bio nata in Francia nel 2008 e che è arrivata in Spagna nel 2015. Offriamo ai clienti un’ampia gamma di prodotti freschi sfusi, da frutta e verdura, carne, formaggio o pane a prodotti quali pasta, biscotti o frutta secca. Disponiamo anche di prodotti confezionati e lavoriamo con fornitori che non offrono solo prodotti bio ma anche merce contraddistinta da confezioni che rispettano l’ambiente. Inoltre, proponiamo servizi benessere e laboratori di cucina per offrire una dieta più sana ai nostri clienti.

Attualmente possediamo 6 punti vendita nel centro di Madrid e siamo in cerca di nuove sedi per poter diffondere la nostra filosofia e l’alimentazione bio in nuove zone”.

cliente in un negozio Bio c'Bon in Spagna

2/ Quali erano i problemi specifici inerenti al vostro settore e le difficoltà che avete incontrato prima d’iniziare questo progetto?

“Il problema principale del settore bio in Spagna è soprattutto dovuto al fatto che non è ancora stato sviluppato commercialmente, rispetto ad altri paesi come la Francia o la Germania. Ecco perché era fondamentale per noi che il mercato conoscesse il brand Bio c’ Bon e che i clienti ci trovassero quando cercavano prodotti in vendita anche nei nostri negozi. All’inizio il servizio clienti era molto legato al team francese ma quando abbiamo iniziato ad avere più di una sede in Spagna, abbiamo avuto bisogno di un supporto più vicino ai nostri clienti, in modo da poter rispondere loro in modo più diretto, più vicino e più veloce”.

3/ Perché avete dato priorità a questo progetto rispetto ad altri tipi di progetti digitali?

“Crediamo che questo progetto digitale sia in sinergia con i nostri supermercati. Conosciamo bene i nostri clienti e creiamo con loro un rapporto basato sulla prossimità e sulla vicinanza. Ecco perché grazie alle recensioni abbiamo potuto scoprire cosa pensano del nostro brand, di cosa hanno bisogno… I clienti pubblicano online le loro opinioni nel modo più sincero possibile, oppure ci danno dei suggerimenti rispetto a quanto vedono presso i nostri punti vendita. Abbiamo ritenuto questo approccio interessante, perché è un modo per poter creare un’immagine di brand più sicura, simile a quella che cerchiamo di offrire nei nostri supermercati”.

4/ È stato facile convincere la direzione di scegliere questa soluzione?

“Sì, in realtà è stato abbastanza facile. Ci sembrava che la vostra soluzione potesse aiutarci a crescere e non abbiamo quindi avuto dubbi a tal proposito. Un altro elemento che ci ha ulteriormente convinto è stato il lavoro che avete svolto con Bio c’ Bon in Francia e che ci ha sostenuto parecchio come brand”.

5/ Perché scegliere Partoo?

“Inizialmente abbiamo basato questa scelta sull’esperienza maturata con Bio c’ Bon in Francia, dove abbiamo potuto effettivamente costatare ottimi risultati, e ci è sembrato quindi un buon modo per dare priorità ad un ambito che non stavamo ancora esplorando in Spagna. Inoltre, quando abbiamo incontrato Xavier del team Sales, che è stata la prima persona a contattarci, ci ha infuso molta fiducia trasmettendoci quel senso di vicinanza che cerchiamo sempre di comunicare ai clienti nei nostri supermercati. Abbiamo creato un rapporto molto stretto, ed è stato facile iniziare a lavorare dato che avete costantemente messo a nostra disposizione molte informazioni, rispondendo sempre in modo molto rapido a tutti i problemi sorti”.

6/ Come avete implementato la soluzione?

“L’implementazione è stata molto semplice. Disponevamo infatti già di schede Google precedentemente create, sulle quali avete poi avviato un processo di auditing in cui avete analizzato ogni elemento nel dettaglio: insieme abbiamo potuto migliorare il tutto.

In seguito, abbiamo cominciato progressivamente a prendere dimestichezza con l’applicazione, e ci siamo abituati a lavorare dalla piattaforma e non da Google: caricando le foto, classificando le recensioni trattate o non trattate, ecc. Alla fine, il tutto si è rivelato decisamente più facile da gestire tramite il vostro programma”.

7/ Che processi sono stati implementati internamente nella vostra insegna per poter gestire la soluzione?

“Il processo è stato facile. Abbiamo centralizzato l’intera gestione dei punti vendita come se fosse un gigantesco supermercato unico, anche grazie al vostro programma che permette di centralizzare tutto (la gestione delle schede Google, le foto, le risposte alle recensioni, l’andamento dei KPI, ecc.). In tal modo è tutto più semplice”.

8/ Puoi parlarci della collaborazione con Partoo e dei risultati che hai potuto rilevare?

“La gestione del progetto, e il rapporto professionale e personale, è eccezionale per quanto riguarda il formato elettronico. Ciò è molto importante visto che non abbiamo continui contatti fisici con il vostro personale, sebbene – in realtà – è come se li avessimo, dato che ogni elemento digitale è così rodato. Ogni volta che abbiamo un qualsiasi tipo di problema o modifica, ci fornite sempre una soluzione immediata.

Lavoriamo insieme dal 2018, e da allora c’è stato un costante miglioramento dei risultati che ci espose quell’anno Roberto, il Customer Success che collaborava con noi prima di Paulina. Gli ultimi risultati sono stati discreti ma vogliamo migliorarli ancora di più. Inizialmente è molto facile migliorare quando non è presente un fascicolo cronologico che cataloga il lavoro svolto in precedenza: ora che però ne abbiamo uno vogliamo migliorare giorno dopo giorno”.

9/ Per concludere che consigli daresti ad una controparte che si imbarca in questo tipo di progetti? 

“Il mio consiglio personale è quello di fidarsi ed affidarsi. La fiducia che ci ha infuso fin dall’inizio Xavier, convincendoci che avremmo potuto migliorare il nostro progetto grazie al vostro, anche se non davamo ancora molto spazio e non valorizzavamo l’aspetto digitale, ci ha spinto a lanciarci e a cogliere questa opportunità. Alla fine, è stata questa fiducia a farci ottenere il nostro primo successo.

Adesso diamo importanza alle strategie online che ci danno parecchia visibilità e mettono in risalto i negozi che si trovano sul campo, per strada. Da quando abbiamo iniziato il progetto nel 2018, siamo cresciuti nelle ricerche dirette fino al 185%, e all’interno di Google fino al 170%.

Vedere questi risultati, che prima non avevamo nemmeno considerato, è qualcosa che ci motiva a credere ancora di più in una soluzione come Partoo”.

Fai come Bio c’ Bon Spagna: fatti notare!

Per parlare dei vostri progetti:

Con Partoo, fatevi vedere … su Internet! 

A proposito di Partoo:

Partoo vi rende visibili ovunque, costantemente. Generando fino a 7 volte più contatti rispetto al vostro sito Internet, aumentando il vostro traffico web-to-store e migliorando l’interazione con i vostri clienti grazie alle recensioni.

Lavoriamo con 80.000 punti vendita e 300 brand in Europa tra cui Carrefour, Leroy Merlin, Pimkie, Burger King, Groupama, LCL…

Prossimi articoli