Google offre una soluzione gratuita di Store Locator chiamata “Locator Plus“. Qual è l’idea? Consentire ad alcune aziende di integrare una mappa nel proprio sito web per facilitare la localizzazione dei punti vendita. 

L’intenzione è lodevole, ma Locator Plus mostra fin da subito alcuni limiti. Ecco qui la nostra opinione dettagliata sullo Store Locator di Google.

Come funziona?

In concreto, l’obiettivo dello strumento è quello di aiutare gli utenti di Internet a trovare più facilmente i punti vendita. Locator Plus si presenta quindi come una mappa di Google Maps che elenca i punti vendita di un’azienda. 

Sono appuntati sulla mappa ed elencati con l’indirizzo corrispondente accanto. C’è anche una barra di ricerca per cercare un negozio utilizzando, ad esempio, un codice postale. 

Le Store Locator de Google

Locator Plus, lo Store Locator di Google

Google offre questo servizio gratuitamente, ma richiede un vero e proprio lavoro di implementazione. L’aggiunta di Locator Plus al tuo sito è piuttosto complessa e tecnica. È necessario integrare il codice e seguire una procedura che non è proprio scontata. Ciò è già sufficiente per smorzare l’entusiasmo di alcune persone. 

Mancanza di ottimizzazione SEO

L’aspetto tecnico dello Store Locator, in particolare la SEO, è fondamentale. È ciò che gli permette di esprimere tutto il suo potenziale, facendo apparire le pagine dei tuoi negozi nei risultati di ricerca. Il tuo Store Locator diventa quindi un vero e proprio fattore di crescita del traffico web-to-store.

Tuttavia, Locator Plus non è affatto ottimizzato per la SEO. Questo è il suo principale punto debole: non include la maggior parte delle caratteristiche essenziali per ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca. 

Ecco alcuni esempi di elementi mancanti. Per maggiori informazioni, puoi leggere il nostro articolo dedicato allo Store Locator.   

Non c’è una pagina per ogni punto vendita

Uno Store Locator ottimizzato comprende una pagina dedicata a ciascun negozio, con contenuti SEO studiati per fornire informazioni dettagliate su ogni punto vendita (orari di apertura, numero di telefono, indirizzo, servizi offerti, ecc.) 

Questo non è il caso per Locator Plus. Lo Store Locator di Google ha una sola pagina (quella con la mappa). Il contenuto per ogni negozio è quindi minimo, il che è molto negativo per la SEO, oltre ad avere delle reazioni a catena. 

Nessuna rete interna

Senza contenuti è difficile creare collegamenti pertinenti tra lo Store Locator e le altre pagine chiave del sito web. Peccato, è proprio ciò che permette alle pagine locali di ottenere una parte della loro SEO. 

Nessun URL personalizzato e dinamico per i punti vendita

In uno Store Locator ottimizzato, gli URL contengono informazioni geografiche su ciascun punto vendita. È molto importante per la SEO, poiché queste indicazioni vengono osservate dagli algoritmi di Google. 

Nessun URL dedicato allo Store Locator

Lo Store Locator di Google non potrà quindi apparire direttamente nei risultati di ricerca. Solo chi visita il tuo sito web potrà utilizzarlo, il che ne limita l’impatto. 

Una soluzione semplice

Locator Plus non è una soluzione adatta alle reti di punti vendita. Lo Store Locator di Google è destinato alle aziende con risorse limitate. È funzionale, ma molto essenziale. I risultati saranno limitati e non ci si deve aspettare di usarlo come motore di crescita del traffico web-to-store. 

Inoltre, non è possibile personalizzare il design e i contenuti visualizzati. Parametri da tenere in considerazione per la tua immagine di brand. 

Desideri uno Store Locator ottimizzato come pilastro della tua strategia di visibilità online? Locator Plus non è la soluzione ideale. Se invece le tue pretese sono più modeste, potrebbe bastare. 


Se avete domande, o se avete bisogno di supporto nella gestione della vostra visibilità online, contattateci via e-mail all’indirizzo contact@partoo.it o attraverso il bottone sottostante.

Prossimi articoli