Il tuo Store Locator sta danneggiando la tua SEO?

Nel 2022, circa il 46% delle ricerche erano locali: le persone cercavano negozi e servizi vicino a loro. Ad oggi, la metà delle ricerche su dispositivi mobili sono locali, quindi è chiaro che non avere una presenza online ottimizzata per la ricerca locale non è una pratica di marketing consigliabile.

Eppure, molti brand non si rendono conto dell’immenso potere e impatto che uno Store Locator può avere sulla SEO locale e sui tassi di conversione. Uno Store Locator inefficace o obsoleto può effettivamente finire per costare alle aziende migliaia di mancati ricavi ogni anno.

In questa guida completa, ci immergeremo negli errori SEO in cui in genere cadono gli Store Locator inadeguati, che vanno da problemi di costruzione del sito, a problemi di accessibilità ed esperienza mobile. Forniremo anche soluzioni attuabili per risolvere questi problemi attraverso un audit di localizzazione, implementazione di markup Schema.org, ottimizzazione dei tempi di caricamento e pagine di localizzazione dedicate.

Dominare la SEO locale nel 2024 richiede un approccio focalizzato sull’UX dello Store Locator. Seguendo le strategie qui sotto descritte, potrai trasformare il tuo Store Locator da strumento non sfruttato a fattore essenziale di visibilità organica e traffico convertito.

Le insidie SEO di uno Store Locator inefficace

La differenza tra un classico Store Locator e uno (davvero) efficace non è più trascurabile; infatti, può decidere del destino della tua attività in mercati super competitivi. Leggi i suggerimenti riportati di seguito per padroneggiare la SEO dello Store Locator e migliorare la conversione dei clienti.

Contenuto obsoleto e insufficiente: irrilevante per gli utenti

Mantenere i dati regolarmente aggiornati è la base di una buona gestione dello Store Locator, eppure molti falliscono in questa attività essenziale. Informazioni di contatto, indirizzi, orari dei punti vendita, servizi: se una qualsiasi di queste informazioni è imprecisa, stai essenzialmente sabotando l’esperienza che offri agli utenti e ciò è deleterio per la fiducia e la domain authority del sito.

Dopo tutto, se gli utenti non possono fare affidamento sul fatto che le tue informazioni aziendali siano aggiornate, perché dovrebbero fidarsi di te per qualsiasi altra cosa? Dati imprecisi sono come servire cibo scaduto ai tuoi clienti: potrebbero recarsi nel posto sbagliato o trovare il tuo negozio chiuso, il che li frustrerebbe e dissuaderebbe dal tornare. Mantenere rigorosamente aggiornati e corretti i dati è uno dei modi per risaltare rispetto alla concorrenza. 

Oltre alla precisione, gli Store Locator hanno bisogno di contenuti coinvolgenti e ottimizzati per attirare gli utenti. Descrizioni della posizione, foto e video, dettagli su servizi ed eventi, recensioni… sono elementi che danno rilevanza alle pagine e allo stesso tempo possono includere parole chiave pertinenti. Senza contenuti consistenti su misura per ogni punto vendita, le pagine mancano di sostanza e faticano a classificarsi. Mantieni rigorosamente aggiornato e ottimizzato il materiale interessante in tutte le pagine dello Store Locator per rimanere visibile e acquisire rilevanza.

Utilizza un software dedicato come Partoo per centralizzare le informazioni del tuo business. Per coordinare tutti i dati, è meglio designare una persona di riferimento in quanto responsabile del monitoraggio e della condivisione di aggiornamenti tempestivi a tutti i punti vendita. Il costo dei dati obsoleti di uno Store Locator è facilmente misurabile in conversioni perse.

Costruzione e architettura del sito: impatto nel crawling

Gli Store Locator vivono e muoiono in base all’architettura del sito: se questa non è uniforme, può rendere difficile la comprensione del tuo Store Locator da parte dei motori di ricerca. Silos di dati, nesting eccessivo: queste carenze strutturali possono influenzare negativamente la tua posizione nel ranking.

Per massimizzare l’efficienza del crawl, ogni punto vendita deve avere la propria pagina dedicata con adeguate direttive di formattazione e indicizzazione degli URL.

Consolida le pagine correlate in sottosezioni coerenti; ottimizza il collegamento interno tra le pagine di localizzazione e i modelli chiave a livello di sito; elimina le pagine orfane non collegate e limita le pagine protette; controlla ciò che viene indicizzato tramite robots.txt e meta noindex in base alle necessità: un’architettura ottimizzata farà sì che il contenuto dello Store Locator venga scansionato per intero, aumentando così la rilevanza delle parole chiave localizzate. Non lasciare che le tue pagine restino invisibili!

Location finder difettoso: utenti interni frustrati

Anche problemi tecnici minori come ricerche di prossimità errate o funzionalità di localizzazione automatica imprecise minano l’esperienza dell’utente. Se gli utenti che fanno la ricerca si stufano, abbandonano la ricerca.

Per evitare di perdere potenziali clienti è dunque consigliabile testare rigorosamente i localizzatori da diversi ambienti e dispositivi, monitorare i flussi analitici per individuare gli errori e dare priorità alle correzioni che risolvono i punti critici principali dell’utente.

Gli Store Locator mal funzionanti allontanano i clienti: non lasciare che il tuo tasso di conversione si riduca a causa di problemi evitabili! Dedica risorse ad un continuo miglioramento, che tenga in considerazione dei feedback degli utenti e li metta in pratica.

Nessun markup Schema: i tag sono necessari per risultati ricchi di contenuti

Il markup Schema.org permette di migliorare la presentazione nelle SERP, è dunque sorprendente che la maggioranza degli Store Locator ancora non lo applichi, sprecando così un grande valore aggiunto.

Come spieghiamo anche nel nostro articolo Cos’è il markup Schema.org e a cosa serve?, una corretta ottimizzazione di Schema.org che includa tutti i dati importanti (dalle informazioni quotidiane come gli indirizzi, ai tag LocalBusiness) mette in risalto il tuo brand con risultati di qualità.

Segui le linee guida di Google per indicare nome, indirizzo, coordinate, orari di apertura, immagini, servizi, valutazioni e altro ancora. Testa il markup Schema grazie allo Strumento di convalida del markup di Google.

Gli utenti fanno clic sui risultati dettagliati il 58% delle volte, rispetto a un CTR del 41% nel caso di risultati scarsi. Non rinunciare alla visibilità competitiva: i metadati strutturati espandono esponenzialmente il tuo impatto SEO.

Tempi di caricamento lenti: bounce rate elevati

La velocità del sito è un fattore di ranking e tempi di caricamento lenti si traducono in comportamenti negativi sul sito. Anche un secondo extra di tempo di caricamento potrebbe portare i tuoi bounce rate (tassi di rimbalzo) alle stelle.

I server che ospitano il tuo Store Locator devono essere ben parametrati e controllati per consentire un’elevata velocità di caricamento: controlla il peso della pagina, abilita la compressione, ottimizza le immagini e aggiorna l’hosting per migliorare la velocità del sito. Negli Store Locator, le pagine di ogni punto vendita devono caricarsi alla velocità della luce, quindi implementa la memorizzazione nella cache e le CDN (Rete di distribuzione dei contenuti) per distribuire le risorse a livello globale.

Monitora nel corso del tempo i KPI di velocità nelle statistiche ed esegui i test utente per identificare i colli di bottiglia. Un’elevata velocità di caricamento è essenziale per una buona esperienza utente e sicuramente è anche un approccio SEO di inestimabile valore. Gli utenti sono impazienti e potrebbero andarsene se il tuo Store Locator impiega troppo tempo a caricarsi, quindi più velocemente si caricano i tuoi siti, maggiori saranno i tuoi guadagni.

UX mobile poco fluida: cattivo comportamento sul sito

Poiché la ricerca è ormai prevalentemente fatta su dispositivi mobili, un localizzatore UX inefficace sugli smartphone invalida ogni altra ottimizzazione implementata. Lenta, disordinata o confusa, un’esperienza mobile scadente fa crollare l’interazione.

Adotta un design reattivo, layout efficienti e percorsi semplificati, posiziona le azioni chiave in modo prominente e ottimizza la velocità attraverso la memorizzazione nella cache, la compressione e la pianificazione delle prestazioni. 

Prova i dispositivi in condizioni reali, così facendo potrai identificare i punti critici attraverso analisi e studi sugli utenti. Non smettere mai di migliorare la UX mobile attraverso l’ottimizzazione basata sulla ricerca.

Grazie ad esperienze di localizzazione curate su dispositivi mobili, puoi amplificare le conversioni su più piattaforme. Navigazione fluida e percorsi senza frizioni trasformano gli utenti in clienti fedeli.

Ottimizzare il tuo Store Locator in termini di SEO

Ora che abbiamo diagnosticato i rischi SEO più dannosi di uno Store Locator inefficace, esploriamo le strategie di ottimizzazione che trasformeranno il tuo in uno strumento di SEO ad alte prestazioni.

Se realizzato con precisione e conoscenza, uno Store Locator può diventare la pietra angolare della tua capacità di posizionamento nelle ricerche locali. Le ottimizzazioni avanzate descritte in questa sezione ti daranno un’immensa visibilità organica attraverso fattori on-page, fondamentali tecnici e una migliore usabilità.

Seguendo le strategie SEO all’avanguardia per Store Locator elencate di seguito, potrai migliorare la visibilità e il posizionamento online del tuo brand. Ora tuffiamoci nelle tattiche SEO che separano i leader di mercato dal resto della concorrenza.

Pagine dedicate per ogni punto vendita: aumenta l’autorità della pagina

Per massimizzare la SEO dello Store Locator, ogni punto vendita deve avere la propria pagina dedicata. Ciò consente ai professionisti del marketing di aggiungere contenuti dedicati e specifici per ogni punto di interesse. Unire i punti vendita in un’unica pagina comporta un costo esponenziale in termini di perdita del potenziale di posizionamento.

Le singole pagine di localizzazione consentono un’ottimizzazione mirata alle opportunità geografiche e alle parole chiave, in modo che le pagine accumulino autorità, valorizzando così l’intero sito/dominio. Creare modelli di localizzazione aiuta le tue pagine a scalare, mantenendo comunque la possibilità di una personalizzazione unica. Il team tech ottimizzerà le strutture dei link interni delle tue pagine affinché siano più efficaci.

Contenuti intrecciati e strategici: importanti per le keywords SEO

La soluzione più semplice per quanto riguarda il content marketing è di scrivere brevi descrizioni di ogni punto vendita, incluse le informazioni sulla struttura, prodotti e servizi disponibili. Gli esperti devono quindi aggiungere foto o video di ogni POI per dare ai potenziali clienti un’idea dell’atmosfera e delle offerte presenti.

Per ottimizzare il customer journey, includi link alle pagine dei prodotti e degli articoli disponibili in ogni POI, aiutando così gli utenti a trovare ciò che stanno cercando prima ancora di recarsi sul luogo. Per quanto riguarda la SEO, includere le recensioni dei clienti nella pagina di ogni punto vendita crea fiducia e incoraggia i potenziali clienti a visitare lo store. Un’altro modo per generare curiosità e attirare nuovi clienti è quello di promuovere eventi o sconti imminenti in ogni sede.

Ottimizzare le tue pagine sullo Store Locator, ti permetterà di attirare più potenziali clienti dai motori di ricerca e aumentare le entrate. Gli investimenti sono necessari, ma una strategia forte mirata alle parole chiave locali migliorerà il posizionamento del tuo sito web nei risultati di ricerca locali.

Markup Schema per migliorare i CTR

Come dettagliato nel nostro articolo Cos’è il markup di Schema.org e a cosa serve?, l’idoneità dei risultati di ricerca dipende interamente dalla corretta implementazione del markup Schema.

Assicurati di avere uno Store Locator con Organization, LocalBusiness, PostalAddress, GeoCoordinate e altri schemi rilevanti. Inoltre, assicurati di garantire la piena compatibilità mobile. Gli snippet in evidenza, knowledge panels, le mappe ottimizzate e altri risultati aumentano il CTR fino al 30%. Misura l’impatto attraverso il tracciamento della posizione e sperimenta nuove estensioni dello schema.

Gli Store Locator contrassegnati da dati essenziali di Schema.org si distinguono in ogni fase del processo di acquisto, dalle impressioni del brand, fino alle pagine di localizzazione. In pratica, Schema.org aiuta a migliorare la conversione per ogni punto di contatto con il cliente.

Tempi di caricamento rapidi: bounce rate ridotto

L’ottimizzazione della velocità della pagina dovrebbe essere una priorità urgente e costante per ogni Store Locator. Gli utenti non hanno tempo da perdere in attesa del caricamento delle pagine. I siti lenti costano ai tuoi POI preziose conversioni.

Ottimizza il tuo stack tecnico per monitorare continuamente i KPI di caricamento delle pagine ed esegui il test utente per individuare nuovi colli di bottiglia. Diagnostica tempi di risposta del server eccessivi, il peso della pagina, immagini non ottimizzate, script inefficienti e altri problemi di velocità.

Secondo le necessità, sfrutta budget di prestazione, CDN, cache, lazy loading (caricamento pigro) e altre tecniche avanzate di ottimizzazione della velocità. Tempi di caricamento più rapidi riducono i tassi di rimbalzo, estendono il tempo trascorso sulla pagina e aumentano le conversioni.

Reattività mobile: migliore comportamento sul sito

Se la velocità dello Store Locator è la priorità 1, subito dopo viene la reattività mobile. Con le ricerche mobili che hanno preso il sopravvento, una scarsa UX mobile diminuisce le conversioni.

Per ottimizzare l’esperienza mobile, crea un design reattivo per tutti i dispositivi: ottimizza i layout di pagina per uno scorrimento ridotto e CTA in evidenza, convalida la compatibilità tra navigatori, abilita lo zoom sulle mappe. Puoi anche semplificare i menu di navigazione e percorsi per agevolare lo user journey; posiziona barre di ricerca e filtri in modo accessibile; comprimere il peso della pagina attraverso il caricamento selettivo dei contenuti. Oltre al tuo sito web in generale, assicurati di monitorare attentamente l’analisi dei dati su dispositivi mobili.

Perfezionando gli Store Locator per gli utenti mobili, capti traffico ad alta intensità nei momenti di picco di conversione. Rimuovi ogni attrito dai percorsi mobili per aumentare le azioni sul sito.

Opzioni di filtro avanzate: aiuta gli utenti a trovare la sede giusta

La conversione degli utenti dipende dalla facilità e la rapidità con cui trovano il punto vendita ottimale per le loro esigenze, pertanto, avere filtri ben congegnati è fondamentale.

Offri diversi filtri per tipo di stabilimento, servizi, orari, disponibilità dei prodotti e altri attributi, ma presenta le opzioni di filtro in modo accessibile senza sovraccaricare l’interfaccia.

Con strumenti di filtraggio intuitivi, gli utenti trovano punti vendita corrispondenti alla loro ricerca, aumentando di gran lunga il tasso di conversione. Con più opzioni tra cui scegliere, gli utenti saranno più soddisfatti.

CTA chiare: convertono gli utenti in clienti

Una volta che gli utenti arrivano su pagine di localizzazione su misura per loro, sono le call-to-action presenti sulla pagina a incentivare la conversione. Inserisci delle CTA nel design della pagina: “Ottieni indicazioni stradali”, “Prenota appuntamento”, “Vedi tempi di attesa”: tali inviti all’azione favoriranno le conversioni. I siti di e-commerce possono connettere i dati di Store Locator con informazioni click-and-collect per un customer journey senza interruzioni.

Se gli utenti sanno dove andare, visiteranno davvero uno dei tuoi punti vendita. Delle CTA efficaci dovrebbero essere attivate contestualmente attraverso un targeting comportamentale basato sull’analisi. Un sito web con un design di qualità guiderà gli utenti attraverso diversi canali fino a quando non si convertono.

Conclusione

Uno Store Locator altamente ottimizzato è ormai diventato una necessità competitiva per dominare la SEO locale nel 2024 e oltre. Man mano che la ricerca viene sempre più eseguita su dispositivi mobili, la intenzione locale sta generando più ricerche che mai. I brand senza solide strategie di localizzazione avranno ripercussioni sulla conversione.

Seguendo questi consigli, avrai a disposizione soluzioni pratiche per evitare i problemi tecnici e di UX che potrebbero danneggiare la maggior parte degli Store Locator. Grazie all’ottimizzazione della pagina, il markup dei dati strutturati, i miglioramenti delle prestazioni e il design mobile-first, lo Store Locator può conseguire un’immensa visibilità organica e alimentare la crescita del business.

Tuttavia, intraprenderne una continua ottimizzazione richiede notevoli competenze e risorse. Da Partoo, siamo specializzati nello sviluppo di Store Locator ad alte prestazioni e completamente adattati agli obiettivi aziendali di ogni cliente.

Gli Store Locator di Partoo aiutano i brand leader a migliorare il loro posizionamento nelle SERP e a convertire gli utenti in clienti locali fedeli. Il tuo Store Locator si sta facendo scappare potenziali conversioni? Richiedi un audit gratuito a Partoo per iniziare a dominare la SEO locale oggi stesso.

Store Locator
Questo articolo ti è stato utile?
Si, grazie!No, non molto...

Di Alessia Francia

Traduttrice

Laureata in Interpretariato di conferenza, Alessia traduce contenuti per i diversi team di Partoo: legale, tecnico-informatico, finanziario, commerciale, marketing, ecc.
Laureata in Interpretariato di conferenza, Alessia traduce contenuti per i diversi team di Partoo: legale, tecnico-informatico, finanziario, commerciale, marketing, ecc.

Sei a un clic dal successo

Vuoi sviluppare in modo semplice la tua attività online? Da oggi è possibile grazie a Partoo!

Contattaci

Continua a leggere ...

DMA Digital Markets Acts
7 Febbraio 2024

DMA e Google: quali conseguenze sui risultati delle ricerche locali?

Il 17 gennaio 2024, Google ha annunciato diversi cambiamenti in arrivo sul suo motore di…

barometro 2024 presenza e reputazione online
1 Febbraio 2024

Il barometro 2024 delle recensioni Google Business Profile

È ormai una tradizione annuale! Siamo lieti di presentarti il Barometro 2024, una ricerca accurata…

circle to search
31 Gennaio 2024

Cerchia e Cerca: la nuova modalità di ricerca Google basata sull’AI

Cercare qualsiasi cosa sul telefono senza dover cambiare app? Ora è possibile grazie a Cerchia…

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi i nostri articoli e guide pratiche direttamente nella tua casella di posta elettronica una volta al mese